#notizie le ricevute dei pagamenti telematici non recheranno più la firma “p7m”

Il DGSIA ha diramato quest’oggi un comunicato secondo il quale, alla luce di quanto previsto dalle Linee Guida emanate da AgID sui pagamenti telematici a favore delle PP.AA., le Ricevute Telematiche disponibili sul Portale dei Servizi Telematici non sono più file firmati.

La loro estensione sarà pertanto “.xml” e non “.p7m”.

Le software house sono al lavoro per aggiornare i redattori, dacché sono state sollecitate a rimuovere i controlli sulle firme per poter per permettere agli utenti di poter formare buste di deposito corrette

#Avvocati i compensi a terzi devono essere documentati

Laddove l’avvocato abbia corrisposto compensi a terzi professionisti deve fornirne adeguata documentazione, al fine di escludere la rilevanza di tali voci che altrimenti costituiscono l’indice tipico della sussistenza di un’autonoma organizzazione quale presupposto impositivo dell’Irap. Lo afferma l’ordinanza 12654/2018 della Cassazione, nel respingere il ricorso di un avvocato avverso la sentenza della Ctr Lazio, n. 1324/14/17.

#notizie La truffa dei bolli contraffatti sugli atti giudiziari

Scoprire l’illecito, molto spesso, è un piacere. Quando questo viene commesso e perpetrato da coloro i quali dovrebbero essere espressione di giustizia e difesa delle parti, invece, il piacere lascia spazio alla tristezza.

È il caso dell’ultima scoperta in tema di truffa nei confronti dello Stato: l’apposizione di contributi unificati falsificati sugli atti depositati in tribunale.

#avvocati Vademecum privacy – Guida in pdf

Cosa deve fare l’avvocato in vista dell’entrata in vigore del regolamento europeo sulla privacy? In applicazione del principio di accountability, l’avvocato in qualità di titolare del trattamento dei dati personali, è responsabile delle attività di trattamento. Egli deve quindi garantire che tali attività rispettino i principi generali del regolamento e deve predisporre misure adeguate ed efficaci per garantire la sicurezza dei dati. Non è più sufficiente limitarsi a effettuare un trattamento lecito, che sia quindi fondato su idonea base giuridica, è necessario anche essere responsabili per quel trattamento…

Questo ed altri argomenti connessi sul “Vademecum per gli avvocati. Come gestire la Privacy”, disponibile sul sito dell’Ordine degli Avvocati di Milano.