Applicazione della pena su richiesta delle parti: deve essere obbligatoriamente richiesta con l’atto di opposizione al decreto penale di condanna

La Terza sezione penale della Corte di Cassazione ha stabilito che l’applicazione della pena su richiesta delle parti (in base al rito abbreviato previsto dall’art.444 del c.p.p) deve necessariamente essere richiesta con l’atto di opposizione al decreto penale di condanna e non, per la prima volta, durante l’udienza dibattimentale: richieste in tal senso devono pertanto essere dichiarate inammissibili. (altro…)

Controparte defunta: l’appello va sempre notificato agli eredi

“L’atto di impugnazione della sentenza, nel caso di morte della parte vittoriosa, deve essere rivolto e notificato agli eredi, indipendentemente sia dal momento in cui il decesso è avvenuto, sia dalla eventuale ignoranza dell’evento, anche se incolpevole, da parte del soccombente; ove l’impugnazione sia proposta invece nei confronti del defunto, non vi è luogo all’applicazione dell’art. 291 c.p.c.” con conseguente inammissibilità del gravame. (altro…)