Poste Italiane si è impegnata a ad autorizzare l’apposizione di un codice a barre e del numero IBAN sui bollettini postali, che potranno così essere pagati con canali alternativi a quelli odierni.Entro il 31 marzo 2010 sarà più facile pagare i bollettini postali, Poste Italiane, infatti, autorizzerà l’apposizione di codici a barre e numeri IBAN relativi al beneficiario sui bollettini stessi. Questo permetterà di pagare un bollettino postale non solo tramite addebito in c/c, ma anche con un bonifico, con le applicazioni di home banking o presso qualsiasi centro automatizzato, oltre che naturalmente tramite le ricevitorie Lottomatica e Sisal.

I vantaggi
I vantaggi non si limiteranno ad una maggiore praticità dei pagamenti, ma comporteranno anche un risparmio dei costi del pagamento. E’ noto che ai bollettini pagati presso gli sportelli postali viene applicata una commissione di 1,10 euro, mentre al pagamento on line con carta di credito è applicata una commissione di 2,00 euro (a meno che si sia titolari di un conto Banco Posta). Con il nuovo accordo, invece, chi per esempio usufruisce di bonifici gratuiti presso la propria banca, potrà pagare i bollettini postali senza alcuna commissione.

La decisione
Questa decisione è frutto di un accordo tra Poste Italiane e l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, la quale aveva aperto un’istruttoria per abuso di posizione dominante. A seguito di tale accordo l’istruttoria è stata poi chiusa. L’accordo, tra l’altro, contiene anche altri elementi tendenti ad aumentare la concorrenza tra Poste Italiane ed altri operatori presenti sul mercato: in particolare Poste Italiane si impegna a mantenere una rendicontazione di tutti i bollettini pagati anche presso altri operatori e ad apportare modifiche alla piattaforma Il portale dell’automobilista, permettendo anche ad altri soggetti intermediari di interagire con la piattaforma stessa. In tal modo potranno effettuare dei pagamenti anche i titolari di conti correnti bancari e non solo quelli di conti correnti postali.

Fonte: unioneconsulenti.it