Gli autovelox appaltati a ditte esterne alla pubblica amministrazione sono illegali, quindi non solo è lecito non pagare le multe elevate con quegli apparecchi, ma gli stessi vanno anche sequestrati. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con una sentenza (n. 10620) che ha confermato il sequestro di un autovelox installato e gestito da un’azienda privata di Santa Maria Capua Vetere (CE). Oltre a rilevare che il costo del noleggio degli apparecchi, in molti casi, è parametrato sulle prevedibili infrazioni annue, la Suprema Corte ha specificato che gli autovelox devono sempre essere gestite direttamente dalla Polizia Stradale. Come si legge nelle motivazioni della sentenza, “le apparecchiature eventualmente utilizzate per tale accertamento devono essere gestite direttamente da parte degli organi della polizia stradale e devono essere nella loro disponibilità”.

Fonte: info-legal.it