Copia del ricorso sempre sottoscritta dal difensore, tanto in primo grado quanto in appello

L’omessa sottoscrizione della copia dell’atto depositato in segreteria è causa d’inammissibilità, mentre la mancata attestazione da parte del ricorrente della conformità tra l’atto depositato e quello notificato non rappresenta causa d’inammissibilità qualora non vi sia difformità effettiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × due =