Risolvendo un contrasto interpretativo, le Sezioni Unite della Suprema Corte hanno affermato che il mutamento di giurisprudenza, intervenuto con decisione delle Sezioni Unite, integrando un nuovo elemento di diritto, rende ammissibile la riproposizione, in sede esecutiva, della richiesta di applicazione dell’indulto in precedenza rigettata.

Testo Completo: Sentenza n. 18288 del 21 gennaio 2010 – depositata il 13 maggio 2010

(Sezioni Unite Penali, Presidente T. Gemelli, Relatore N. Milo)