Concorso di colpa al conducente che non si accosta per evitare l’impatto

Corte d’appello di Ancona – sentenza 20 maggio 2009-22 gennaio 2010 n. 66

In merito all’azione civile promossa al fine di veder risarciti i danni conseguenti  al sinistro stradale nel quale siano rimasti coinvolti un’autovettura e un autocarro, sussiste la colpa concorrente dei conducenti qualora risulti accertato che l’autocarro non abbia tenuto rigorosamente la destra e non si sia accostato il più possibile al margine destro della carreggiata, una volta avvisato il sopraggiungere della vettura procedente in contro mano. I giudici della Corte d’appello di Ancona, quindi, nella sentenza n. 66/2010 hanno respinto il ricorso dello studente che era alla guida dell’auto investitrice e ha confermato l’indirizzo della corte di prime cure che aveva attribuito una colpa a entrambi i veicoli coinvolti nell’impatto, seppur in misura inferiore per l’autocarro che, pur non mantenendo strettamente la destra, era rimasto nella propria corsia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + quindici =