Condono ed automaticità del rimborso

Il condono da parte del contribuente per determinati periodi di imposta non inibisce il potere dell’amministrazione di controllare la regolarità, per quei medesimi anni, di un credito Iva inesistente e indebitamente compensato. A confermare questo orientamento è l’ordinanza 18942 di ieri, 31 agosto 2010, dalla Sezione tributaria della Cassazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 2 =