In commissione Giustizia del Senato procede, in sede referente, l’esame del testo di riforma della disciplina del condominio, per come completato anche dagli emendamenti governativi.
Le novita`, oltre a riguardare le maggioranze previste per le decisioni assembleari – in prima battuta le deliberazioni potranno essere approvate con la maggioranza degli intervenuti e 500 millesimi mentre in seconda battuta sara` sufficiente la sola maggioranza degli intervenuti – introducono la possibilita` di prevedere un “distacco” del riscaldamento nel caso in cui non derivino “notevoli squilibri” di funzionamento o aggravi di spese per altri condomini, la possibilita` di cedere i beni comuni in caso di decisione presa dalla maggioranza degli intervenuti in assemblea che rappresenti 750 millesimi. Contemplata anche l’istituzione di un fondo di garanzia per i condomini truffati dagli amministratori disonesti.

Fonte: IlSole24Ore