Dal prossimo mese di gennaio gli avvocati e i giudici potranno servirsi del web o del telefonino per le comunicazioni di atti formali come decreti, ordinanze o sentenze, grazie a Vivifacile, piattaforma, già attiva per servizi rivolti a scuole e automobilisti.

L’iniziativa è stata presentata dal ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, Renato Brunetta e il ministro della Giustizia Angelino Alfano, che contano di estenderlo da tutti i procedimenti civili di contenzioso anche a quelli penali.

Per attivare il servizio è necessario fornire alle cancellerie gli elenchi degli avvocati aggiornati con tutti i contatti e numeri utili; inserire, al momento dell’apertura del fascicolo a cura dell’avvocato, la richiesta di notifica degli atti attraverso sms o posta elettronica certificata. Al servizio possono accedere anche i cittadini per ottenere i certificati per uso privato.

“E’ una piattaforma elettronica – ha detto il ministro Brunetta – che consentirà a cittadini, avvocati, procure, di cancellare la carta, di rendere semplice il rapporto fra avvocati, tribunali, cittadini, il tutto gratuitamente con un sistema molto semplice. Gran parte dei problemi della giustizia sono di carattere organizzativo, passare dalla carta all’online significa passare da un mondo a un altro”.

Fonte: rainews24.it