Un comodo schema per riepilogare i tanti termini da rispettare in materia di multe stradali, evidenziando che lo stesso non è da considerare esaustivo considerata la mole di termini da rispettare, e si invitano gli utenti a controllare comunque l’esattezza di quanto riportato, anche segnalando con l’apposito form eventuali modifiche da apportare.

1. NOTIFICA della multa stradale al trasgressore entro 90 gg. (se risiede all’estero 360 gg.)

2. In caso di contestazione immediata al conducente/trasgressore non proprietario il termine è di 100 gg. per la notifica al proprietario/responsabile in solido

3. Il Prefetto ha 210 giorni complessivi per pronunciarsi sul ricorso presentato a lui (seguendo tale iter: 30 gg. per la richiesta all’Organo accertatore, 60 gg. per l’istruttoria e 120 gg. per il provvedimento).

4. Se il ricorso è depositato o spedito direttamente all’Organo che ha elevato la multa il Prefetto ha 180 gg. per decidere.

5. Il Prefetto ha 90 gg.per comunicare l’esito del ricorso (365 gg. il ricorrente risiede all’estero).

6. La cartella esattoriale deve essere notificata entro CINQUE ANNI dalla notifica della contravvenzione.

7. Il pagamento in misura ridotta va effettuato entro 60 gg. che decorrono dalla contestazione immediata della multa.

8. Sempre di 60 gg. è il termine (il cui computo scatta dalla contestazione immediata della contravvenzione) per presentare ricorso al Prefetto o, in alternativa, al Giudice di Pace.

9. Dalla notifica del verbale di accertamento il proprietario del mezzo ha 60 gg. per comunicare all’Autorità i dati del conducente, sia per l’applicazione di una (eventuale) sanzione accessoria, sia per evitare che venga sanzionato per omessa comunicazione dei dati

10. Il trasgressore entro 30 gg. dalla notifica del rigetto del ricorso da parte del Prefetto può presentarlo al Giudice di Pace.

11. Entro 30 gg. dalla notifica del rigetto del ricorso da parte del Prefetto è possibile effettuare il pagamento di quanto ingiunto.

13. Entro 30 gg. dalla notifica della cartella esattoriale è possibile presentare ricorso in opposizione al Giudice di Pace.

14. Infine entro 30 gg. dalla notificazione della cartella esattoriale è possibile effettuare il pagamento di quanto ingiunto.