E’ online il sito http://www.registrodelleopposizioni.it/ con i servizi predisposti per gli operatori e la parte introduttiva del servizio per gli abbonati, che sarà completa e attiva il 31 gennaio 2011.

La Fondazione Ugo Bordoni, Istituzione di alta cultura e ricerca soggetta alla vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico, dà inizio, in qualità di gestore, ai lavori per la realizzazione e gestione del Registro Pubblico delle Opposizioni, istituito con il Decreto del Presidente della Repubblica n° 178 del 7 settembre 2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 256 del 2 novembre 2010.

COS’E’ IL REGISTRO PUBBLICO DELLE OPPOSIZIONI?

Il Registro Pubblico delle Opposizioni è un servizio progettato per raccogliere le utenze degli abbonati presenti negli elenchi telefonici pubblici che non desiderano più essere contattati per scopi commerciali, promozionali o per il compimento di ricerche di mercato tramite l’uso del telefono.

A COSA SERVE?

Lo scopo del Registro Pubblico delle Opposizioni è quello di regolamentare e normalizzare l’attuale gestione del telemarketing e salvaguardare la privacy degli abbonati che decideranno di non rendersi più raggiungibili dagli operatori del settore.

Gli operatori di teleselling, infatti, dovranno necessariamente consultare il Registro delle Opposizioni prima di avviare qualunque tipo di operazione promozionale, pena le sanzioni stabilite dal Codice della privacy.

A CHI E’ RIVOLTO?

Il Registro vuole essere un punto di equilibrio tra le esigenze degli abbonati agli elenchi telefonici pubblici che non vogliono essere contattati e quelle delle imprese, che in uno scenario di maggiore chiarezza e concorrenza, potranno utilizzare con più efficacia gli strumenti del telemarketing, contattando esclusivamente gli abbonati consenzienti, ovvero non iscritti nel Registro.

Come funziona

L’introduzione del Registro delle Opposizioni, attualmente in fase di progettazione e realizzazione, cambia le regole, grazie ad un sistema chiaro, di facile accessibilità e semplice fruizione sia per gli abbonati che per gli operatori.

L’abbonato agli elenchi telefonici pubblici non potrà più essere contattato da operatori di telemarketing se si sarà iscritto al Registro delle Opposizioni, in caso contrario varrà la regola del “silenzio assenso”.

ABBONATI

L’iscrizione al Registro delle Opposizioni è

  • Dedicata esclusivamente agli abbonati la cui numerazione è presente all’interno di elenchi telefonici pubblici, sono pertanto esclusi tutti gli utenti non presenti in questi elenchi
  • Gratuita
  • A tempo indeterminato e revocabile senza alcuna limitazione
  • Sicura e protetta contro l’accesso abusivo, l’accesso ai dati forniti dall’abbonato sarà effettuato solo per finalità ispettive da parte del Garante per la Protezione dei Dati Personali o dell’Autorità Giudiziaria.

COME SI ACCEDE AL REGISTRO?

Gli intestatari della linea telefonica possono iscriversi al Registro delle Opposizioni mediante quattro modalità:

  • compilazione di apposito modulo elettronico sul sito web dedicato che verrà predisposto dal gestore.
  • mediante posta elettronica all’indirizzo dedicato che verrà predisposto dal gestore.
  • mediante telefonata, effettuata dalla linea telefonica con numerazione corrispondente a quella per la quale si chiede l’iscrizione nel registro, al numero telefonico gratuito appositamente predisposto dal gestore.
    Il sistema funzionerà mediante risponditore automatico, con possibilità per l’abbonato di ottenere, comunque, un’assistenza telefonica non automatizzata in caso di difficoltà o problemi di iscrizione o modifica o cancellazione dei dati
  • mediante invio di lettera raccomandata o fax al recapito dedicato che verrà predisposto dal gestore.

L’iscrizione dell’abbonato al Registro delle Opposizioni verrà effettuata entro il giorno lavorativo successivo alla richiesta.

L’iscrizione di un abbonato nel Registro delle Opposizioni preclude nei suoi confronti qualsiasi trattamento per fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, mediante l’impiego del telefono ma non ostacola al trattamento dei suoi dati da parte di singoli soggetti che abbiano raccolto o raccolgano tali dati da fonti diverse dagli elenchi.

OPERATORI

Gli operatori che sono intenzionati ad intraprendere operazioni di telemarketing devono necessariamente registrarsi al sistema presso la Fondazione Ugo Bordoni, il gestore.
Nel momento in cui gli operatori intendono avviare una promozione dovranno comunicare la lista di numeri che intendono contattare telefonicamente al gestore.
Il gestore, quindi, mettendo a confronto le informazioni contenute nel Registro delle Opposizioni e l’elenco fornito dall’operatore, escluderà da quest’ultimo tutti i numeri degli abbonati che hanno richiesto di non essere contattati.
La lista “filtrata” dal gestore sarà messa a disposizione dell’operatore entro 24 ore dalla richiesta e avrà valore quindicinale, per consentire così il continuo aggiornamento dell’elenco delle opposizioni.

Entro quindici giorni dall’effettivo ricevimento dell’istanza, il gestore del Registro assegna le credenziali di autenticazione e i profili di autorizzazione all’operatore e pubblica gli estremi identificativi dell’operatore, comprensivi dei riferimenti di contatto, in apposito elenco consultabile sul sito web relativo al registro pubblico per un periodo non superiore a dodici mesi dall’ultima consultazione del medesimo registro.

Gli operatori, tenuti a consultare il registro, corrispondono al gestore del Registro le tariffe di accesso, stabilite dal Ministero dello Sviluppo Economico, su base annuale o per altre frazioni temporali, anche di durata minore, a seconda delle esigenze dell’operatore e nei limiti stabiliti dal gestore.

COME SI ACCEDE AL REGISTRO?

Gli operatori, intenzionati a effettuare campagne di telemarketing mediante l’impiego del telefono, devono presentare istanza presso il gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni, comprensiva di:

  • documentazione attestante l’identità dell’operatore
    per le persone fisiche, documento di identità in corso di validità del soggetto
    per le persone giuridiche e gli enti anche non riconosciuti, documento di identità del legale rappresentante pro tempore ed atto costitutivo e statuto.
  • dichiarazione di attivazione del sistema di identificazione della linea chiamante
    anche  nel caso di affidamento a terzi del servizio di effettuazione delle chiamate o degli inoltri, quindi l’indicazione dei dati identificativi di ogni soggetto che curerà materialmente i contatti con gli abbonati
  • l’elenco o gli elenchi aggiornati di abbonati a disposizione del pubblico che si intende trattare

Fonte: http://www.fub.it/it/registroopposizioni/lenuoveregoledelmarketingtelefonico