Indagini bancarie sui professionisti: non esistono presunzioni