La Corte ha dichiarato l’illegittimità costituzionale della norma nella parte in cui esclude il convivente tra i soggetti che possono fruire del permesso mensile retribuito per l’assistenza alla persona con disabilità