La peculiare sentenza del Tribunale di Verona del 28 settembre 2016 in tema di mediazione si caratterizza per discostarsi dall’orientamento giurisprudenziale che delinea un vero e proprio obbligo delle parti di partecipare personalmente alla procedura.