L’intimazione di pagamento inviata con PEC è da considerarsi nulla in quanto il pdf allegato non rappresenta un valido documento informatico e non ne è garantita la genuinità. Lo stabiliscono due sentenze (n. 100/2017 e n. 101/2017) depositate il 10 febbraio 2017 dalla Commissione Tributaria Provinciale di Savona entrambe relative alla validità procedimentale delle cartelle esattoriali notificate via Posta Elettronica Certificata.