Sentenza rivoluzionaria del tribunale di Pordenone, immediata la reazione del notariato