Accusato di ‘falsa attribuzione di un lavoro altrui’, ma per il Gip risultava evidente che la copiatura non fosse idonea ad inficiare la paternità del complessivo parere reso