È partita dal 17 luglio scorso la fase operativa del nuovo “marketplace” per la vendita dei beni oggetto di procedure fallimentari ed esecutive

È partita lunedì la fase operativa del “Portale delle vendite pubbliche”, il marketplace unico nazionale per la vendita dei beni mobili e immobili oggetto delle procedure fallimentari ed esecutive. Lo comunica il ministero della giustizia con una nota.

Il portale delle vendite pubbliche
Il portale, istituito con decreto legge n. 83/2015 e già presentato all’inizio dell’anno in fase sperimentale dal ministro Andrea Orlando, ora è pienamente operativo a “disposizione dei tribunali, professionisti e creditori – che – potranno cominciare ad inserire online gli avvisi di vendita”.

Al via dunque “uno strumento altamente innovativo sotto il profilo tecnologico, capace di garantire trasparenza e maggior efficienza nei meccanismi di vendita” ha dichiarato il ministro. Il portale “sarà in grado di generare un cambio di prospettiva per superare il localismo e le lentezze delle singole procedure. Un luogo – ha concluso Orlando – in cui i beni sono resi più visibili e le vendite più accessibili”.

Come si accede al portale delle vendite pubbliche
Il portale (Pvp) è un sito internet gestito interamente e direttamente da via Arenula dove vengono raccolti tutti i dati delle vendite relative alle procedure esecutive nazionali.

Una volta effettuata la registrazione al sito, l’accesso consentirà a tutti gli interessati di conoscere le info necessarie per valutare se partecipare alla vendita, mentre per gli “addetti ai lavori” sarà lo strumento da utilizzare per la pubblicazione e la messa in vendita dei beni soggetti alle procedure esecutive.

Il Pvp è accessibile ai seguenti indirizzi: https://pvp.giustizia.ithttps://venditepubbliche.giustizia.ithttps://portalevenditepubbliche.giustizia.it.