Due parole sul DDL già approvato in Commissione Giustizia della Camera e titolato “Disposizioni in materia di equo compenso e clausole vessatorie nel settore delle prestazioni legali”.