Finalmente un giudice stabilisce che la “tassa sui supporti delle memorie di massa” è ingiusta. Ma ci sono voluti più di tredici anni.