Per la Suprema Corte la mancata consegna è imputabile al legale che avrebbe dovuto verificare lo spazio su disco e dotarsi di un servizio alert dell’imminente saturazione della casella