#diritto LA PROVA DELLA NOTIFICA PEC RICEVUTA (SUBITA) TRAMITE DEPOSITO CARTACEO

La Suprema Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 30765/2017 depositata il 22 dicembre 2017, non ha dubbi nell’estendere anche all’avvocato destinatario della notifica PEC, il contenuto dell’articolo 9 comma 1 ter della legge n. 53 del 1994 il quale quindi, in tutti i casi in cui non potrà fornire, mediante deposito telematico, la prova della notifica PEC ricevuta (subita), dovrà procedere ai sensi e per gli effetti del comma 1 bis dell’art. 9 della legge n. 53/94.

#avvocati #cassaforense APPROVATE MODIFICHE ALLA “CARTA DEI SERVIZI”

Il Consiglio di Amministrazione di Cassa Forense, nella seduta del 13 dicembre 2017, ha approvato le modifiche alla Carta dei Servizi, il documento che definisce le strategie di Cassa Forense nello svolgimento delle attività istituzionali e fornisce informazioni sui servizi erogati, con le indicazioni degli standard di servizio per le principali attività previdenziali e assistenziali e dei tempi massimi dei procedimenti.