Archivio mensile:maggio 2018

#notizie La truffa dei bolli contraffatti sugli atti giudiziari

Scoprire l’illecito, molto spesso, è un piacere. Quando questo viene commesso e perpetrato da coloro i quali dovrebbero essere espressione di giustizia e difesa delle parti, invece, il piacere lascia spazio alla tristezza.

È il caso dell’ultima scoperta in tema di truffa nei confronti dello Stato: l’apposizione di contributi unificati falsificati sugli atti depositati in tribunale.

#avvocati Vademecum privacy – Guida in pdf

Cosa deve fare l’avvocato in vista dell’entrata in vigore del regolamento europeo sulla privacy? In applicazione del principio di accountability, l’avvocato in qualità di titolare del trattamento dei dati personali, è responsabile delle attività di trattamento. Egli deve quindi garantire che tali attività rispettino i principi generali del regolamento e deve predisporre misure adeguate ed efficaci per garantire la sicurezza dei dati. Non è più sufficiente limitarsi a effettuare un trattamento lecito, che sia quindi fondato su idonea base giuridica, è necessario anche essere responsabili per quel trattamento…

Questo ed altri argomenti connessi sul “Vademecum per gli avvocati. Come gestire la Privacy”, disponibile sul sito dell’Ordine degli Avvocati di Milano.

#avvocati Istanze di accesso ex art. 492 bis CPC: chiarimenti Direzione Regionale Campania ed istruzioni operative

La Direzione Regionale della Campania di Agenzia delle Entrate ha pubblicato il 26 Marzo 2018 una nota di chiarimento (reperibile a questo link) relativa alle modalità con le quali, una volta ottenuto il provvedimento autorizzativo del Tribunale, si opera l’accesso alle banche dati.

#avvocati Il deposito di un atto di opposizione in corso di esecuzione

Come noto, nel corso del 2017 sono stati introdotti nuovi schemi-atto per i depositi delle opposizioni in corso di esecuzione: si tratta delle opposizioni ex art. 615, co. 2, c.p.c, di quelle ex art. 617, co. 2, cpc, delle opposizioni di terzo, delle opposizioni ex art. 512 cod. proc. civ. e dell’opposizione (reclamo) ex art. 534 ter.

In tutte queste fattispecie, in realtà, va adoperato lo stesso schema atto principale che il SLpct si chiama “Atto di opposizione (Opposizione)”

#diritto Notifica a pec estratta da IPA

Processo amministrativo telematico. Notifica ricorso alla P.A. solo ad indirizzo Pec inserito nell’elenco tenuto dal Ministero della giustizia.Notifica ad indirizzo Pec estratto da elenco pubblico IPA. Errore. Riconoscimento.Condizione. Nel caso in cui l’Amministrazione non abbia inserito un indirizzo Pec nell’elenco tenuto dal Ministero della giustizia, di cui all’art. 16, comma 12, d.l. 18 ottobre 2012, n. 179, deve essere riconosciuto l’errore scusabile ex art. 37 c.p.a. se la notifica per via telematica del ricorso – proposto dopo l’entrata in vigore del processo amministrativo telematico (1 gennaio 2017) – è stata effettuata ad una Amministrazione all’indirizzo Pec tratto dall’elenco pubblico IPA, nel caso in cui l’Amministrazione stessa non abbia un indirizzo Pec in tale elenco del Ministero della giustizia