Scoprire l’illecito, molto spesso, è un piacere. Quando questo viene commesso e perpetrato da coloro i quali dovrebbero essere espressione di giustizia e difesa delle parti, invece, il piacere lascia spazio alla tristezza.

È il caso dell’ultima scoperta in tema di truffa nei confronti dello Stato: l’apposizione di contributi unificati falsificati sugli atti depositati in tribunale.