Archivi categoria: Corte Costituzionale

Depositata la sentenza della Corte Costituzionale sulla mediazione

Sentenza  272/2012
Giudizio  
Presidente QUARANTA – Redattore CRISCUOLO
Udienza Pubblica del 23/10/2012    Decisione  del 24/10/2012
Deposito del 06/12/2012   Pubblicazione in G. U.
Norme impugnate: Artt. 5, c. 1°, primo, secondo e terzo periodo e 16, c. 1°, del decreto legislativo 04/03/2010, n. 28; art. 2653, primo comma, n. 1, del codice civile; art. 16 del decreto ministeriale 18/10/2010, n. 180, come modificato dal decreto ministeriale 06/07/2011, n. 145.
Massime:  
Atti decisi: ordd. 254 e 268/2011; 2, 19, 33, 51, 99 e 108/2012

 

Continua la lettura di Depositata la sentenza della Corte Costituzionale sulla mediazione

Corte Costituzionale: imputato può chiedere l’abbreviato in caso di nuove contestazioni in dibattimento

L’art. 517 c.p.p. va dichiarato costituzionalmente illegittimo, nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento il giudizio abbreviato relativamente al reato concorrente emerso nel corso dell’istruzione dibattimentale, che forma oggetto della nuova contestazione.

CORTE COSTITUZIONALE

Sentenza 22 ottobre 2012, n. 237 Continua la lettura di Corte Costituzionale: imputato può chiedere l’abbreviato in caso di nuove contestazioni in dibattimento

La Corte costituzionale pronuncia l’incostituzionalità del c.d. salva banche

Con sentenza 05 aprile 2012 n. 78, la Corte Costituzione definisce nove ordinanze di rimessione di legittimità costituzionale dichiarando l’incostituzionalità dell’art. 2, comma 61, del decreto-legge 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. Milleproroghe), convertito, con modificazioni, dalla legge 26 febbraio 2011, n. 10 (comma aggiunto dalla legge di conversione), il quale prevede che “In ordine alle operazioni bancarie regolate in conto corrente l’articolo 2935 del codice civile si interpreta nel senso che la prescrizione relativa ai diritti nascenti dall’annotazione in conto inizia a decorrere dal giorno dell’annotazione stessa. In ogni caso non si fa luogo alla restituzione d’importi già versati alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto“.

Corte Costituzionale Sentenza n°78/2012

Meno poteri ai sindaci nelle scelte sulla sicurezza

Una circolare del Ministero dell’Interno (Scarica Circolare contro manganelli e spray) toglie spray e bastoni ai vigili e la Consulta dichiara la parziale illegittimità della norma del testo unico dell’ordinamento degli enti locali (articolo 54, comma 4) nella versione modificata nella primavera del 2008 dal pacchetto sicurezza bocciando i poteri “da sceriffi” conferiti ai sindaci.

Segue il testo completo della sentenza Corte cost., 07-04-2011, n. 115 Continua la lettura di Meno poteri ai sindaci nelle scelte sulla sicurezza

La Corte Costituzionale sul legittimo impedimento – testo completo

Sentenza 23/2011 del 13/01/2011 – Deposito del 25/01/2011 (dalla 23 alla 23)

Udienza Pubblica del 11/01/2011, Presidente: DE SIERVO, Redattore: CASSESE

Norme impugnate: – Artt. 1 e 2 della legge 07/04/2010, n. 51.

Oggetto: Processo penale – Disposizioni in materia di impedimento a comparire in udienza – Legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei ministri e dei ministri.

Dispositivo: illegittimità costituzionale parziale – non fondatezza – inammissibilità

Atti decisi: ord. 173, 180 e 304/2010 Continua la lettura di La Corte Costituzionale sul legittimo impedimento – testo completo

Opposizione a sanzioni amministrative: la Corte Costituzionale sulle comunicazioni via fax ed e-mail

La Corte Costituzionale ha dichiarato “… l’illegittimità costituzionale dell’art. 22, quarto e quinto comma, della legge 11 novembre 1981, n. 689 …, nella parte in cui non prevede, a richiesta dell’opponente, che abbia dichiarato la residenza o eletto domicilio in un comune diverso da quello dove ha sede il giudice adito, modi di notificazione ammessi a questo fine dalle norme statali vigenti, alternativi al deposito presso la cancelleria”

Corte cost., 22-12-2010, n. 365 Continua la lettura di Opposizione a sanzioni amministrative: la Corte Costituzionale sulle comunicazioni via fax ed e-mail

La Consulta decide su autovelox, ronde e Mae

Una “bocciatura” delle norme regionali della Campania sull’autovelox, l’illegittimità del mandato d’arresto europeo per la parte che esclude la possibilità di rifiutare la consegna di un cittdaino comunitario e una limitazione della competenza delle ronde a segnalazioni di pericolo per la sicurezza urbana con l’esclusione di compiti di monitoraggio e segnalazione di disagio sociale. Con queste tre sentenze la Corte costituzionale, depositate oggi,  ha fatto chiarezza sui limiti delle norme in materia di sicurezza stradale, Mae e ordine pubblico.  Continua la lettura di La Consulta decide su autovelox, ronde e Mae

Incostituzionale la tassa sul lusso – Il testo della sentenza

La tassa sul lusso imposta dalla regione Sardegna ai turisti che attraccano nei porti dell’isola o atterrano nei suoi aereoporti con velivoli privati è incostituzionale. Questa la decisione presa oggi dalla Corte costituzionale con la sentenza 216 (si legga il testo su Guida al diritto). Un giudizio che la Consulta aveva sospeso in attesa delle risposte della Corte di giustizia a cui, per la prima volta nella sua storia, si era rivolta ponendo delle questioni pregiudiziali per valutare la conformità della legge regionale con la normativa europea. Continua la lettura di Incostituzionale la tassa sul lusso – Il testo della sentenza