Archivi categoria: Procedura civile

#giustizia PORTALE DELLE VENDITE PUBBLICHE E VENDITE TELEMATICHE. PUBBLICATI I MANUALI UTENTE

Si informa che sono stati pubblicati nella sezione “Portale delle Vendite Pubbliche” dell’area documentale del Portale dei Servizi Telematici i seguenti documenti:

–  il manuale utente per l’inserimento e la gestione degli Avvisi di Vendita (reperibile al link)
–  il manuale utente per la presentazione dell’Offerta Telematica (reperibile al link)(Fonte pst.giustizia.it)

#avvocati da oggi disponibile sul sito IRNERIO – motore di ricerca sentenze @mariosabatino

Disponibile sul sito il motore di ricerca sentenze IRNERIO, raggiungibile attraverso questo LINK.

Irnerio e’ un motore di ricerca libero e gratuito che utilizza il software realizzato dal progetto Yacy, realizzato dal Collega Mario Sabatino, che ringrazio per la disponibilità.

Irnerio e’ ideato, curato e gestito da: Mario Sabatino.
Il diritto d’autore sui generis sul database e’ di Mario Sabatino.
Irnerio e’ distribuito e regolato con: Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale

Vademecum deposito telematico pignoramenti

cspt

Nuova versione del vademecum per il deposito telematici dei pignoramenti (a cura del Collega Roberto Arcella, già componente della Commissione per l’Informatica del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, che si ringrazia per la diffusione), divenuto obbligatorio dallo scorso 31 marzo 2015.

La versione in pdf, integrata da un comodo flowchart a cura dell’Avv. Andrea Pontecorvo (Foro di Roma – F.I.I.F. – CSPT), è scaricabile in formato pdf cliccando qui.

Guida alla negoziazione assistita

Da oggi 9 febbraio 2015 è entrata in vigore la negoziazione assistita, obbligatoria in materie specifiche (pagamento di somme inferiori ad euro 50.000, risarcimento del danno da circolazione stradale).

L’Avv. Diego Piselli, del Foro di Bergamo, ha predisposto e messo a disposizione dei Colleghi una “GUIDA ALLA NEGOZIAZIONE ASSISTITA”, completa di modelli di atti già predisposti per tali accordi, che ricordiamo possono esser resi direttamente titoli esecutivi (scarica la GUIDA COMPLETA ) .

La negoziazione assistita è sostanzialmente la ricerca, che già abitualmente si cerca di fare, di una soluzione concordata con la controparte, con l’aggiunta (non da poco) di avere ora a disposizione un titolo esecutivo, possibilità introdotta dal D.L. 132/2014 convertito dalla L. 162/14 (scarica il testo legislativo QUI ).

Si segnala anche, per ulteriori approfondimenti, il contributo del Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma Riccardo Bolognesi, con la pubblicazione su Judicium del testo “Il contratto sulla procedura di negoziazione assistita da uno o più avvocati“.

Vademecum negoziazione assistita – a cura del Movimento Forense Roma

Utile vademecum pubblicato sul sito del Movimento Forense che elenca gli adempimenti in materia di negoziazione assistita per le soluzioni consensuali di separazione personale, di cessazione degli effetti civili o di scioglimento del matrimonio, di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio (decreto legge n. 132/2014).

Si ringraziano gli autori: Avv. Gianmaria V. L. Bonanno, Avv. Ilaria Denni, Avv. Laura Murolo.

Vademecum

Modifiche al processo esecutivo: istruzioni pratiche per deposito ed iscrizione

anf

Grazie al Collega Paolo Voltaggio, del Foro di Roma, per aver elaborato delle chiarissime slide sulle recenti modifiche apportate al processo esecutivo dal decreto legge n. 132/2014.

E’ possibile visualizzare (e scaricare) le slide al seguente LINK.

Inoltre, a titolo esemplificativo, sono ottime le indicazioni del protocollo in vigore presso il Tribunale di Roma, consultabile al seguente LINK.

Trib. Torino: PCT: inammissibile il deposito con modalità telematica del ricorso ex articolo 702 bis c.p.c.

tribunale
TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO
SEZIONE I CIVILE

Il giudice,
visto il ricorso ex art.702 bis c.p.c. depositato telematicamente in cancelleria dalla s.r.l. Fallimento X in data 8.7.14 ed assegnato al giudice in data 15.7.14;
rilevato che, ex art.16 bis L. 17.12.12 n.221, a decorrere dal 30.6.14 nei procedimenti civili dinanzi al tribunale il deposito degli atti processuali con modalità telematiche riguarda solo le parti precedentemente costituite, non essendo contemplato il deposito telematico degli atti introduttivi del giudizio;
considerato che il Decreto Dirigenziale del Ministero della Giustizia in data 30.4.2013 riguardante il Tribunale di Torino, emesso ai sensi dell’art.35 D.M. 21.2.2011 n.44, prevede l’attivazione del processo civile telematico (trasmissione dei documenti informatici) solo relativamente agli atti del giudizio che presuppongono la già avvenuta costituzione delle parti, con esclusione degli atti introduttivi del giudizio civile; 
rilevato, quindi, che alcuna norma dell’ordinamento processuale consente il deposito in forma telematica dell’atto introduttivo del giudizio, con la conseguenza che il relativo ricorso dev’essere dichiarato inammissibile, posizione che trova già precedente riscontro nella giurisprudenza di merito (Trib. Foggia, 10.4.2014, in Altalex, 2014);

P.Q.M.

Il giudice, dichiara il ricorso inammissibile.
Torino, 15.7.14.

Il Giudice
f.to Rizzi

Provvedimento depositato in data 15.7.14.

Ufficio Innovazione Trib. Milano: conformità atti e provvedimenti estratti dal fascicolo informatico

PCT

Allego le utili istruzioni elaborate dall’Ufficio dell’Innovazione del Tribunale di Milano per consentire al difensore di rendere conformi atti e provvedimenti estratti dal fascicolo informatico:


Istruzioni per rendere conformi atti e provvedimenti

Linee guida del Ministero sui depositi PCT eccedenti la dimensione massima

pct

Il Ministero cerca di fare chiarezza sui depositi ex art. 51 D.L. 90/2014 che eccedono la dimensione massima fissata nelle specifiche tecniche PCT attraverso delle linee guida, in attesa delle modifiche (si spera definitive) annunciate per il prossimo autunno 2014.

Le istruzioni del Ministero sono disponibili a questo LINK.

Circolare 27 giugno 2014 – Adempimenti di cancelleria conseguenti all’entrata in vigore degli obblighi di cui agli artt. 16 bis e sgg. d.l. n.179/2012 e del d.l. n. 90/2014

PCT1

Ministero della Giustizia
Dipartimento per gli Affari di Giustizia
Direzione Generale della Giustizia Civile

Al Sig. Presidente della Corte Suprema di Cassazione
Ai Sigg.ri Presidenti di Corte d’Appello
Ai Sigg.ri Presidenti di Tribunale
LORO SEDI
e p.c. Al Sig. Procuratore Generale presso la
Corte Suprema di Cassazione
ROMA
Al Sig. Capo di Gabinetto
SEDE

Oggetto: adempimenti di cancelleria conseguenti all’ entrata in vigore degli obblighi di cui agli artt. 16 bis e sgg. d.l. n.179/2012 e del d.l. n. 90/2014.

Sommario
1. Premessa e ricognizione delle novità normative
2. Tenuta del fascicolo su supporto cartaceo
3. Copie ad uso ufficio e dei componenti del collegio
4. Copie informali
5. Tempi di lavorazione degli atti da parte delle cancellerie
6. Orario di deposito e proroga dei termini processuali scadenti di sabato o domenica
7. Anomalie del deposito eseguito mediante invio telematico
8. Deposito esclusivamente telematico degli atti del giudice nell’ambito della procedura monitoria
9. Deposito di atti processuali delle parti non costituite a mezzo di difensore
10. Comunicazione integrale dei provvedimenti del giudice
11. Accesso al fascicolo informatico delle parti non costituite
12. Atti processuali a firma multipla con particolare riferimento al verbale d’udienza e al caso del verbale di conciliazione
13.Iscrizione di professionisti al REGINDE. Continua a leggere

PCT: Il decreto legge Semplificazione e Crescita prevede la obbligatorietà scadenzata dei depositi di atti

Il consiglio dei ministri ha approvato venerdì scorso il decreto legge Misure urgenti per la semplificazione e per la crescita del Paese, con il quale ha confermato quanto anticipato dalla lettera del guardasigilli al CNF mercoledì scorso (vedi Newsletter CNF n. 200 Ed. Straordinaria) e alle altre rappresentanze presenti al Tavolo tecnico permanente, in materia di Processo civile telematico. 
In particolare, il decreto prevede che la obbligatorietà del deposito telematico degli atti endo-processuali nel processo di cognizione e di esecuzione valga per le cause instaurate dal 30 giugno 2014, con notifica della citazione o deposito del ricorso.
Per i procedimenti iniziati prima, il passaggio all’obbligatorietà scatterà dal 31 dicembre prossimo. 
Nei sei mesi (giugno-dicembre 2014) però sarà possibile effettuare i depositi in via facoltativa in tutti gli uffici a questo attrezzati o anche in via obbligatoria nei tribunali che dovessero garantire la funzionalità telematica dei servizi di comunicazione accertata con decreti del Ministro della Giustizia, sentiti l’Avvocatura dello Stato, il CNF e i Consigli dell’Ordine degli avvocati. 
Sono previste modifiche alle norme in materia di notificazioni tramite Pec, di tempi delle notifiche e dei depositi con modalità telematiche, previsti poteri di autentica dei difensori e degli ausiliari del giudice, l’istituzione del domicilio digitale (vedi tabella sintetica, pubblicata oltre). Continua a leggere

D.L. 69/2013: tutela del credito e riassunto delle novità del sistema giudiziario civile

ministero giustizia

Un consistente intervento previsto dal decreto-legge, recato dagli articoli  da 62 a 84-bis concerne infine il sistema giudiziario civile. Gli interventi possono essere distinti in misure di carattere organizzativo e in misure processuali. Continua a leggere