#notizie Fattura elettronica, ecco la mappa degli esclusi dall’obbligo

Anche senza proroga, dal 1° gennaio dell’anno prossimo cinque partite Iva su dieci non saranno obbligate a emettere fatture elettroniche. Tra l’allargamento del regime forfettario, i soggetti che fanno solo scontrini e le esclusioni ora in discussione in Parlamento, l’obbligo riguarderà metà dei 5,8 milioni di titolari di partita Iva (imprenditori individuali, professionisti, società ed enti non commerciali). Gli esclusi, comunque, non dovranno disinteressarsi completamente del nuovo obbligo, perché potranno comunque trovarsi a ricevere fatture elettroniche dai propri fornitori.

#diritto Minimi e forfetari: nessun obbligo di conservazione Fattura elettronica 2019

Secondo quanto previsto dalla normativa che ha istituto l’obbligo della fattura elettronica, in vigore dal prossimo gennaio, sono esonerati dall’emissione del documento elettronico i contribuenti (imprese e lavoratori autonomi) che rientrano nel cosiddetto “regime di vantaggio” (art. 27, commi 1 e 2, del D.L. n. 98 del 6 luglio 2011) e quelli che rientrano nel “regime forfettario” (art. 1, commi da 54 a 89, della Legge n. 190 del 23 dicembre 2014).