Opposizione ex art. 204 bis c.d.s. e decurtazione dei punti dalla patente di guida

La decurtazione dei punti ha natura di sanzione amministrativa accessoria ed è pertanto anch’essa soggetta al mezzo di impugnazione dell’opposizione in sede giurisdizionale, che nel sistema sanzionatorio del codice della strada ha carattere generale, sicché l’esclusione della sua esperibilità nella materia di cui si tratta sarebbe priva di ogni ragionevole giustificazione e non compatibile con i principi sanciti dagli artt. 3 e 24 della Costituzione.

Continua la lettura di Opposizione ex art. 204 bis c.d.s. e decurtazione dei punti dalla patente di guida

Destinatari irreperibili: novità alla luce della sentenza Corte Cost. n. 3/2010

Il ricevimento della raccomandata perfeziona la notifica per i destinatari.
Nella ipotesi di irreperibilità oppure nel caso di rifiuto alla ricezione della copia di un atto, la notifica effettuata in base a quanto previsto dall’articolo 140 c.p.c., viene perfezionata, quindi, con il ricevimento della raccomandata e non solo con la semplice spedizione.
Continua la lettura di Destinatari irreperibili: novità alla luce della sentenza Corte Cost. n. 3/2010

Processo civile: attenzione al codice fiscale!

Il Decreto legge 29 dicembre 2009, n. 193 (Interventi urgenti in materia di funzionalità del sistema giudiziario) apporta – fra le altre novità in tema di giustizia – l’ennesimo “ritocco” al codice di procedura civile
Il suddetto decreto del 29 dicembre 2009, entrato in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ha ritoccato gli articoli 125, 163 e 167 del codice di procedura civile, richiedendo l’indicazione negli atti giudiziari del codice fiscale non solo delle parti – attore e convenuto – ma anche dell’avvocato che dell’atto è firmatario.
Continua la lettura di Processo civile: attenzione al codice fiscale!

Consentito in auto di notte l’uso simultaneo di anabbaglianti e fendinebbia

Non può essere multato l’automobilista che di notte, anche in condizioni metereologiche normali, usa i fari antinebbia in aggiunta agli anabbaglianti.
Lo ha stabilito la seconda sezione civile della Corte di cassazione che, con una sentenza del 15 gennaio 2010, ha accolto il secondo e il terzo motivo del ricorso presentato da un automobilista che aveva acceso, in una notte con condizioni climatiche normali, i fendinebbia in aggiunta agli anabbaglianti.
Continua la lettura di Consentito in auto di notte l’uso simultaneo di anabbaglianti e fendinebbia

Pubblicità ingannevole, danno esistenziale, prova

Interessante sentenza in tema di mancato riconoscimento del danno esistenziale, legato al peggioramento della qualità della vita e al danno alla vita di relazione.

La Corte di Cassazione, in particolare, in tema di pubblicità ingannevole (nello specifico legata all’attività di commercializzazione di sigarette come “attività pericolosa”)  ribadisce che il danno non patrimoniale proprio come quello patrimoniale necessita di specifica prova:  il danno alla salute va provato attraverso accertamento medico-legale e non attraverso la prova testimoniale.
Continua la lettura di Pubblicità ingannevole, danno esistenziale, prova

Cassazione: uso del cellulare in auto? no alla decurtazione dei punti se non c’è contestazione immediata

Chi viene sorpreso a parlare con il cellulare mentre è al volante, senza fare uso dell’auricolare, non può subire la decurtazione di punti dalla patente se non c’è stata la contestazione immediata.
Continua la lettura di Cassazione: uso del cellulare in auto? no alla decurtazione dei punti se non c’è contestazione immediata

Notifica atti, art. 140 cpc, parziale illegittimità

LA CORTE COSTITUZIONALE

( omissis);

2) dichiara l’illegittimità costituzionale dell’art. 140 cod. proc. civ., nella parte in cui prevede che la notifica si perfeziona, per il destinatario, con la spedizione della raccomandata informativa, anziché con il ricevimento della stessa o, comunque, decorsi dieci giorni dalla relativa spedizione.
[Corte Costituzionale, sentenza n. 3, depositata il 14 gennaio 2010]
Continua la lettura di Notifica atti, art. 140 cpc, parziale illegittimità

Il mobbing: come viene valutato nei Tribunali italiani

Un interessante dossier sul mobbing e sulle ricorrenti problematiche applicative.

Sommario: 1. Premessa – 2. Elementi costitutivi – 3. Problematiche concrete e ricorrenti – 4. Il mobbing in concreto – 5. Conclusione

1. Premessa

Innanzitutto, il termine “mobbing” deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, vessare o malmenare. Nel linguaggio comune, con il termine “mobbing” generalmente si indica una forma di vessazione, di aggressione e di danneggiamento perpetrata nei confronti di uno o più lavoratori.
Continua la lettura di Il mobbing: come viene valutato nei Tribunali italiani

Telelaser inoppugnabile anche senza fotografia

Telelaser quasi inoppugnabile. È legittimo il verbale redatto dagli agenti sulla base di quanto questi hanno rilevato dall’apparecchiatura e non è necessaria la fotografia o altri mezzi di riproduzione meccanica della velocità e dell’auto multata, essendo sufficienti le trascrizioni dei vigili. Ciò fino a querela di falso da parte dell’automobilista.
Continua la lettura di Telelaser inoppugnabile anche senza fotografia