Nessun risarcimento al dipendente pubblico che cade per le scale quando l’ascensore è rotto

Non ha diritto ad essere risarcito per i danni riportati in seguito a una caduta il dipendente pubblico che ha preso le scale, nonostante lo abbia fatto per motivi di servizio, perché l’ascensore non funziona. Infatti, il ristoro è previsto soltanto nel caso in cui l’impiegato riesca a dimostrare che le scale erano rischiose. Continua a leggere

Tutela dei consumatori: il diritto di recesso nei contratti negoziati fuori dei locali commerciali

La violazione dell’obbligo di informazione da parte del commerciante in merito al diritto di recesso del consumatore può essere rilevata d’ufficio dal giudice nazionale e può avere come conseguenza la declaratoria della nullità del contratto. Continua a leggere

Processo civile: quando è possibile sostituire un teste ammalato?

In un giudizio civile è possibile sostituire un teste se questi è ammalato e non può testimoniare? Fino al 10 dicembre scorso la risposta sarebbe stata no stante la lettera dell’art. 255 c.p.c. ma la Corte d’Appello di Reggio Calabria, con una sua ordinanza certamente “innovativa”, ha stabilito il contrario. Continua a leggere

Il lavoratore professionista demansionato ha diritto a tutti i danni

Massima tutela per i lavoratori professionisti. Infatti hanno diritto ai danni patrimoniali e non patrimoniali nel caso in cui il superiore gerarchico li abbia ingiustamente demansionati ed estromessi da qualunque attività, compromettendone così la carriera e la vita di relazione. Continua a leggere