Archivi tag: consiglio nazionale forense

Dossier CNF esplicativo della riforma dell’ordinamento professionale forense

avvocato
Pubblicità informativa, obbligo di formazione continua, nuove regole sulla determinazioni dei compensi e conferimento dell’incarico (compreso il divieto di patto di quota lite), attività di consulenza stragiudiziale tendenzialmente affidata agli avvocati e riserva di difesa negli arbitrati rituali e ancora incompatibilità tra la carica di consigliere dell’ordine e componente del Cda o comitato dei delegati della Cassa forense sono le determinazioni del nuovo ordinamento forense che entreranno in vigore immediatamente, il 2 febbraio prossimo.
Confermato il tirocinio a 18 mesi. Il CNF al lavoro sulla redazione dei regolamenti e sulla revisione del codice deontologico per garantire al più presto il pieno regime della riforma.
Ecco il Dossier 1/2013 esplicativo della riforma che indica, norma per norma, l’entrata in vigore e il timing dei provvedimenti di attuazione. Legge 31 dicembre 2012 , n. 247 (G.U. venerdì 18 gennaio 2013, n.15 )   Continua la lettura di Dossier CNF esplicativo della riforma dell’ordinamento professionale forense

Depositata la sentenza della Corte Costituzionale sulla mediazione

Sentenza  272/2012
Giudizio  
Presidente QUARANTA – Redattore CRISCUOLO
Udienza Pubblica del 23/10/2012    Decisione  del 24/10/2012
Deposito del 06/12/2012   Pubblicazione in G. U.
Norme impugnate: Artt. 5, c. 1°, primo, secondo e terzo periodo e 16, c. 1°, del decreto legislativo 04/03/2010, n. 28; art. 2653, primo comma, n. 1, del codice civile; art. 16 del decreto ministeriale 18/10/2010, n. 180, come modificato dal decreto ministeriale 06/07/2011, n. 145.
Massime:  
Atti decisi: ordd. 254 e 268/2011; 2, 19, 33, 51, 99 e 108/2012

 

Continua la lettura di Depositata la sentenza della Corte Costituzionale sulla mediazione

Sospensione dall’attività professionale per l’avvocato che non invia il modello 5

Tutti gli iscritti agli albi degli avvocati e dei procuratori nonchè i praticanti procuratori iscritti alla Cassa devono comunicare alla Cassa entro trenta giorni dalla data prescritta per la presentazione della dichiarazione annuale dei redditi l’ammontare del reddito professionale. La comunicazione deve essere fatta anche se le dichiarazioni fiscali non sono state presentate o sono negative.

Suprema Corte di Cassazione – Sezioni Unite

sentenza del 19 novembre 2012, n. 20219 Continua la lettura di Sospensione dall’attività professionale per l’avvocato che non invia il modello 5

In Gazzetta ufficiale la riforma delle professioni

Arrivano nuova regole per tutte le professioni ordinistiche, fatte salve le specifiche attività sanitarie.

Questo prevede il DPR n. 137 del 7 agosto 2012, recante il regolamento di attuazione dei principi dettati dall’articolo 3, comma 5, del Decreto Legge n. 138 del 2011 in materia di professioni regolamentate, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 189 del 14 agosto 2012.

Il Governo, entro il 31 dicembre 2012, provvederà a raccogliere le disposizioni aventi forza di legge che non risultano abrogate per effetto dell’articolo 3, comma 5 bis, del citato Decreto Legge.

Si riporta il testo completo nel prosieguo dell’articolo.

Continua la lettura di In Gazzetta ufficiale la riforma delle professioni

Parere del Consiglio di Stato sui nuovi parametri per la liquidazione dei compensi

Consiglio di Stato, sez. Consultiva per gli Atti Normativi, parere 5 luglio 2012, n. 3126
Presidente Cossu – Estensore Chieppa

Continua la lettura di Parere del Consiglio di Stato sui nuovi parametri per la liquidazione dei compensi

Cnf: circolare sull’aumento del contributo unificato nei processi di esecuzione

Il Consiglio Nazionale Forense ha inviato ai Presidenti dei Consigli dell’Ordine degli Avvocati la nota inoltrata al Ministero della Giustizia relativa alla circolare esplicativa sulle nuove norme in materia di contributo unificato in relazione all’applicazione dell’art. 14, c. 3 del Testo Unico delle Spese in materia di giustizia (d.p.r. 30 maggio 2002, n. 115).

Nelle norme richiamate si prevede il versamento di un autonomo contributo unificato nell’ipotesi di estensione della domanda o del numero dei contraddittori.

Interessanti gli spunti della nota, che trovate in allegato.

Nota a cura dell’Avv. Prof. Ubaldo Perfetti