Archivi tag: Procedura civile

Guida alla negoziazione assistita

Da oggi 9 febbraio 2015 è entrata in vigore la negoziazione assistita, obbligatoria in materie specifiche (pagamento di somme inferiori ad euro 50.000, risarcimento del danno da circolazione stradale).

L’Avv. Diego Piselli, del Foro di Bergamo, ha predisposto e messo a disposizione dei Colleghi una “GUIDA ALLA NEGOZIAZIONE ASSISTITA”, completa di modelli di atti già predisposti per tali accordi, che ricordiamo possono esser resi direttamente titoli esecutivi (scarica la GUIDA COMPLETA ) .

La negoziazione assistita è sostanzialmente la ricerca, che già abitualmente si cerca di fare, di una soluzione concordata con la controparte, con l’aggiunta (non da poco) di avere ora a disposizione un titolo esecutivo, possibilità introdotta dal D.L. 132/2014 convertito dalla L. 162/14 (scarica il testo legislativo QUI ).

Si segnala anche, per ulteriori approfondimenti, il contributo del Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Roma Riccardo Bolognesi, con la pubblicazione su Judicium del testo “Il contratto sulla procedura di negoziazione assistita da uno o più avvocati“.

Trib. Torino: PCT: inammissibile il deposito con modalità telematica del ricorso ex articolo 702 bis c.p.c.

tribunale
TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO
SEZIONE I CIVILE

Il giudice,
visto il ricorso ex art.702 bis c.p.c. depositato telematicamente in cancelleria dalla s.r.l. Fallimento X in data 8.7.14 ed assegnato al giudice in data 15.7.14;
rilevato che, ex art.16 bis L. 17.12.12 n.221, a decorrere dal 30.6.14 nei procedimenti civili dinanzi al tribunale il deposito degli atti processuali con modalità telematiche riguarda solo le parti precedentemente costituite, non essendo contemplato il deposito telematico degli atti introduttivi del giudizio;
considerato che il Decreto Dirigenziale del Ministero della Giustizia in data 30.4.2013 riguardante il Tribunale di Torino, emesso ai sensi dell’art.35 D.M. 21.2.2011 n.44, prevede l’attivazione del processo civile telematico (trasmissione dei documenti informatici) solo relativamente agli atti del giudizio che presuppongono la già avvenuta costituzione delle parti, con esclusione degli atti introduttivi del giudizio civile; 
rilevato, quindi, che alcuna norma dell’ordinamento processuale consente il deposito in forma telematica dell’atto introduttivo del giudizio, con la conseguenza che il relativo ricorso dev’essere dichiarato inammissibile, posizione che trova già precedente riscontro nella giurisprudenza di merito (Trib. Foggia, 10.4.2014, in Altalex, 2014);

P.Q.M.

Il giudice, dichiara il ricorso inammissibile.
Torino, 15.7.14.

Il Giudice
f.to Rizzi

Provvedimento depositato in data 15.7.14.

Pignoramento presso terzi: le nuove norme del 2013

pignoramento

La legge 24 dicembre 2012, n. 228 ha modificato alcune norme relative alla procedura esecutiva mobiliare presso terzi. Spicca, oltre ad un utilizzo maggiore della p.e.c. per le dichiarazioni, l’inserimento della regola secondo la quale la mancata dichiarazione del terzo è da considerarsi come riconoscimento di un credito non contestato. Ecco le modifiche apportate:

20. Al codice di procedura civile, libro terzo, sono apportate le seguenti modificazioni: Continua la lettura di Pignoramento presso terzi: le nuove norme del 2013

Depositata la sentenza della Corte Costituzionale sulla mediazione

Sentenza  272/2012
Giudizio  
Presidente QUARANTA – Redattore CRISCUOLO
Udienza Pubblica del 23/10/2012    Decisione  del 24/10/2012
Deposito del 06/12/2012   Pubblicazione in G. U.
Norme impugnate: Artt. 5, c. 1°, primo, secondo e terzo periodo e 16, c. 1°, del decreto legislativo 04/03/2010, n. 28; art. 2653, primo comma, n. 1, del codice civile; art. 16 del decreto ministeriale 18/10/2010, n. 180, come modificato dal decreto ministeriale 06/07/2011, n. 145.
Massime:  
Atti decisi: ordd. 254 e 268/2011; 2, 19, 33, 51, 99 e 108/2012

 

Continua la lettura di Depositata la sentenza della Corte Costituzionale sulla mediazione

La Cassazione stravolge l’elezione di domicilio con la pec

La Cassazione decreta la fine delle domiciliazioni? Con l’avvento della PEC e l’obbligo di indicarla negli atti processuali, le notifiche verranno fatte all’indirizzo di posta elettronica dell’avvocato.
La domiciliazione in cancelleria rimarrà solo se il difensore non rispetta l’art. 125 c.p.c. (obbligo per il difensore di indicare negli atti di parte l’indirizzo Pec comunicato all’ordine) e l’art. 366 c.p.c.
Tale regime si applica dal primo febbraio 2012 (data di entrata in vigore della legge di stabilità).

Continua la lettura di La Cassazione stravolge l’elezione di domicilio con la pec

In G.U. la legge di conversione del D.L. “Disposizioni urgenti per l’efficienza della giustizia civile”

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 dicembre 2011, n. 212, recante disposizioni urgenti in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento e disciplina del processo civile. (12G0025)

GU n. 42 del 20-2-2012 Continua la lettura di In G.U. la legge di conversione del D.L. “Disposizioni urgenti per l’efficienza della giustizia civile”

Approvate le norme sull’opposizione al decreto ingiuntivo

Nella seduta odierna (ieri per chi legge ndr) la Camera ha approvato in via definitiva la proposta di legge, già approvata, in un testo unificato, dalla 2a Commissione permanente del Senato, d’iniziativa dei senatori Caruso ed altri; Berselli e Cardiello recante Modifica dell’articolo 645 e interpretazione autentica dell’articolo 165 del codice di procedura civile in materia di opposizione al decreto ingiuntivo (C. 4305).

Manovra economica bis 2011: cosa cambia per l’Avvocato

Dossier dell’Ufficio studi del Consiglio Nazionale Forense nel quale si ricostruisce un quadro complessivo di tutte le modificazioni alle regole processuali e professionali apportate dalla recente manovra finanziaria.

CLICCA QUI PER SCARICARE Continua la lettura di Manovra economica bis 2011: cosa cambia per l’Avvocato