Archivi tag: tar

Notifica avvocati a mezzo posta si perfeziona con la consegna

Notifica effettuata direttamente dall’avvocato a mezzo del servizio postale – Momento di perfezionamento per il notificante –  Sentenza Corte Costituzionale 477/2002 – Art. 149 c.p.c. (nuova formulazione, v. L. 28.12.2005, n. 263, art. 2, comma 1, lettera e) –  Applicabilità’ Continua la lettura di Notifica avvocati a mezzo posta si perfeziona con la consegna

Onere probatorio in materia di mobbing

Con la sentenza n. 1991 del 7 aprile 2010 i Giudici di Palazzo Spada  tornano ad intervenire sulla vexata questio dell’onere probatorio in materia di mobbing. Si tratta di una tematica piuttosto controversa rispetto alla quale  la giurisprudenza maggioritaria ritiene che sul lavoratore che lamenti di aver subito comportamenti mobbizzanti e che intenda chiedere in giudizio il risarcimento del danno incomba l’onere di provare le condotte illecite, il danno patrimoniale o esistenziale subito ed infine l’eventuale incidenza negativa sulla sua integrità psico-fisica (ex plurimis Cons. Stato, Sez. V, 27/05/2008, n.2515). Continua la lettura di Onere probatorio in materia di mobbing

Cambia il processo dei Tar – Pronto il nuovo codice unico

È soprattutto un lavoro di assemblaggio di norme quello che venerdì andrà al consiglio dei ministri con il nome di «codice della giustizia amministrativa». Un documento importante, perché Tar e Consiglio di stato non hanno mai disposto prima d’ora di un corpus unitario di regole, e che dà molto più spazio alle «urgenze», ma privo di quegli aspetti più innovativi introdotti dalla commissione di esperti che nell’autunno scorso ha lavorato alla bozza del codice. Continua la lettura di Cambia il processo dei Tar – Pronto il nuovo codice unico

Nessun risarcimento al dipendente pubblico che cade per le scale quando l’ascensore è rotto

Non ha diritto ad essere risarcito per i danni riportati in seguito a una caduta il dipendente pubblico che ha preso le scale, nonostante lo abbia fatto per motivi di servizio, perché l’ascensore non funziona. Infatti, il ristoro è previsto soltanto nel caso in cui l’impiegato riesca a dimostrare che le scale erano rischiose. Continua la lettura di Nessun risarcimento al dipendente pubblico che cade per le scale quando l’ascensore è rotto