+39 0975 890243 : +39 347 5175268

Giudice di Pace. Astensione dalle udienze dal 22 al 27 febbraio 2010
Cassazione: infortunistica, anche spese stragiudiziali fanno parte del danno risarcibile

Anche le spese sostenute dal cliente durante la fase stragiudiziale per tentare di ottenere il risarcimento del danno possono essere ricomprese nella successiva richiesta giudiziale di risarcimento danni sotto il profilo del danno emergente.

Inammissibilità del procedimento di cognizione sommaria nel rito locatizio

Interessante ordinanza del Tribunale di Modena nella quale si affronta il problema dell’applicabilità del procedimento a cognizione sommaria nel rito locatizio. 20100118TribModenaEstMasoniSommarioE-RitoLocatizioInammissibilità

“Vaffa” si puo’ dire ma non al vicino di casa

Sarà pure vero che il “vaffa” è ormai diventato “di uso comune” e che in alcuni contesti è tollerato ma tra vicini di casa dirlo resta sempre un reato.

Denunce e segnalazioni in materia di telecomunicazioni all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

L’Autorità, in qualità di Autorità di Garanzia, ha tra i suoi compiti fondamentali quello relativo alla tutela dell’utenza e dei consumatori, con riferimento ai servizi forniti dagli operatori di comunicazione elettronica.

Class action: in vigore dal 15 gennaio 2010 l’art. 104-bis del Codice del Consumo

Dal 1° gennaio 2010 anche in Italia i consumatori possono proporre la cosiddetta “class action” o “azione di classe”. È infatti entrata in vigore la norma di cui all’articolo 140-bis del Codice del Consumo (D.lgs….

Obbligo di custodia e natura giuridica del contratto di parcheggio

Ordinanza della Cassazione relativa alla qualificazione contrattuale delle aree comunali di sosta a pagamento istituite ex art. 7 comma 1 lett. f) CdS.

Cassazione: via libera a mutui e prestiti fatti tra amici

Fare privatamente un mutuo ad una persona non è esercizio abusivo del credito. L’attività di prestito di denaro si realizza quando il creditore si rivolge a una collettività di persone, e non ad una soltanto.

Vigili, sentenza della Cassazione “Possibile mandarli a quel paese”

Ma i giudici dell’alta corte precisano: “L’insulto ammesso solo nel caso in cui la multa sia stata fatta ad un automobilista che abbia contingenze prioritarie che prevalgano su ogni altra esigenza”.

Condominio: responsabile per la caduta insidiosa nel vialetto

Cassazione, Sez. II, 9 dicembre 2009, n. 25772