La Corte ha chiarito, dichiarando l’inammissibilità del ricorso, che il decreto penale di condanna non può essere oggetto, per iniziativa dell’imputato, di ricorso per cassazione, che, ove proposto, non può essere convertito in opposizione, unico strumento possibile per l’imputato, perché l’opposizione è finalizzata all’instaurazione del giudizio e non è assimilabile alle impugnazioni in senso tecnico, intese queste nel senso di strumenti diretti a sottoporre alle valutazioni di un giudice le doglianze relative alla decisione.
Testo Completo: Sentenza n. 3599 del 16 dicembre 2009