Aggiornarsi e acquisire i crediti formativi ai fini dell’obbligo di formazione continua da oggi sarà più semplice.
E’ infatti accessibile la piattaforma www.formazioneavvocatura.it (raggiungibile anche dall’apposito banner sul sito istituzionale www.consiglionazionaleforense.it) per la formazione a distanza degli avvocati ai fini della formazione continua, progetto realizzato attraverso l’Unità operativa per la formazione continua e l’assegnazione dei crediti formativi del CNF e laFondazione dell’Avvocatura Italiana (FAI).
Constatata la sempre maggiore domanda di formazione a distanza, il Consiglio e la Fondazione hanno progettato e realizzato la piattaforma “Formazione e-learning Avvocatura” spiega il presidente del CNF Guido Alpa. “La piattaforma rappresenta un nuovo e importante servizio per gli avvocati, consentendo loro un accesso libero e gratuito alle risorse didattiche disponibili. Da oggi, gli avvocati potranno utilmente formarsi anche attraverso tale sistema telematico di facile accesso e fruizione, frequentando corsi di formazione, idonei per il riconoscimento di crediti formativi, secondo il vigente Regolamento”.

Il gruppo di lavoro ha sviluppato il progetto didattico in coordinamento con il Laboratorio di Tecnologie Audiovisive (LTA) dell’Università di Roma Tre – Scienze della Formazione, seguendo le più innovative e aggiornate modalità e-learning già sperimentate nella pubblica amministrazione. Per la realizzazione della piattaforma, il CNF si è rivolto a MediaTouch 2000 S.r.l., impegnata in numerosi altri importanti progetti e-learning per la Pubblica Amministrazione italiana, quali quelli per L’Aeronautica Militare Italiana, per la Guardia di Finanza, per l’Istituto Superiore di Sanità.

La Fondazione dell’Avvocatura Italiana ha creduto molto nel progetto”, spiega Antonio De Giorgi, vicepresidente della Fondazione. “Formazione e-learning Avvocatura non è solo una nuova iniziativa formativa nel panorama di quelle già esistenti, ma abbiamo cercato di valorizzare al massimo la qualità dei corsi, sfruttando le potenzialità dell’e-learning per rendere più efficace la didattica. In secondo luogo, forniamo a tutti gli avvocati la possibilità di formarsi gratuitamente grazie a uno strumento agevole e flessibile, quanto alla scelta del momento e luogo di formazione venendo incontro, in particolare, alle esigenze di giovani e donne avvocati”.

Secondo i dati raccolti dalla stessa Unità operativa per la formazione continua, la modalità e-learning ai fini della formazione continua ha preso sempre più piede nella categoria forense: nel 2012 ha segnato un incremento significativo passando dal 15% degli eventi formativi al 36%.

La piattaforma è in grado di consentire l’accesso simultaneo di un numero elevato di avvocati discenti.
Sono quattro i corsi on-line già disponibili (Diritto civile I, Diritto processuale civile, Previdenza forense, Mediazione); altri 7 corsi sono in fase di realizzazione.
L’interfaccia, realizzata con una grafica accattivante, è intuitiva e molto semplice.

Il processo d’iscrizione è articolato nelle seguenti fasi:
1. creazione del proprio account sul portale

     2. iscrizione al corso prescelto

Basterà seguire le semplici istruzioni contenute nell’area Help desk, che guideranno nella creazione dell’account. L’area Help-desk, inoltre, è consultabile per qualsiasi ulteriore necessità di supporto tecnico all’utilizzo dell’ambiente.

Ogni corso, della durata di un’ora per l’assegnazione di un credito formativo secondo l’attuale regolamento sulla formazione continua, è suddiviso in moduli, da 2 a 4, didatticamente autonomi ma coerenti. Questo consente all’avvocato di organizzare con più flessibilità il proprio tempo.
L’attività didattica è stata progettata in modo dinamico e interattivo: l’intervento del teacher sarà integrato da contenuti testuali, audiovisivi, immagini, test interattivi, con l’obiettivo di sollecitare costantemente l’attenzione del discente.
Naturalmente grande attenzione è stata posta ai meccanismi di verifica della continua ed effettiva partecipazione, elemento essenziale ed indispensabile per l’attribuzione di crediti formativi: dunque sono previsti quesiti giuridico – forensi, attinenti al tema trattato, che saranno proposti all’utente ad intervallo di tempi irregolari ed imprevedibili, con modalità differenti (per ora domanda a risposta multipla; in seguito aperte o inserimento parola esatta). L’iscritto potrà scaricare il proprio attestato di partecipazione direttamente dalla piattaforma al termine del corso.
Il rilascio dell’attestato è naturalmente condizionato al superamento dei momenti di controllo di ogni modulo formativo.
Fonte: newsletter CNF