La decisione dopo che l’Ordine degli avvocati aveva “minacciato” istanza di fallimento per «l’insolvenza degli uffici giudiziari». Liberati i cancellieri e evitato l’acquisto di un archivio cartaceo