La Suprema corte stabilisce che la legge 104 viola ben tre articoli della Costituzione: il 2, il 3 e il 32. E per questo, nonostante l’opposizione di INPS e presidenza del Consiglio, riconosce come illegittima una parte della legge