Dal 1° gennaio 2018, i crediti per le retribuzioni degli avvocati, comprensive di imposta sul valore aggiunto (IVA) e contributo obbligatorio alla Cassa Forense (CPA), saranno privilegiati.