Archivi tag: ricorso

Trib. Torino: PCT: inammissibile il deposito con modalità telematica del ricorso ex articolo 702 bis c.p.c.

tribunale
TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO
SEZIONE I CIVILE

Il giudice,
visto il ricorso ex art.702 bis c.p.c. depositato telematicamente in cancelleria dalla s.r.l. Fallimento X in data 8.7.14 ed assegnato al giudice in data 15.7.14;
rilevato che, ex art.16 bis L. 17.12.12 n.221, a decorrere dal 30.6.14 nei procedimenti civili dinanzi al tribunale il deposito degli atti processuali con modalità telematiche riguarda solo le parti precedentemente costituite, non essendo contemplato il deposito telematico degli atti introduttivi del giudizio;
considerato che il Decreto Dirigenziale del Ministero della Giustizia in data 30.4.2013 riguardante il Tribunale di Torino, emesso ai sensi dell’art.35 D.M. 21.2.2011 n.44, prevede l’attivazione del processo civile telematico (trasmissione dei documenti informatici) solo relativamente agli atti del giudizio che presuppongono la già avvenuta costituzione delle parti, con esclusione degli atti introduttivi del giudizio civile; 
rilevato, quindi, che alcuna norma dell’ordinamento processuale consente il deposito in forma telematica dell’atto introduttivo del giudizio, con la conseguenza che il relativo ricorso dev’essere dichiarato inammissibile, posizione che trova già precedente riscontro nella giurisprudenza di merito (Trib. Foggia, 10.4.2014, in Altalex, 2014);

P.Q.M.

Il giudice, dichiara il ricorso inammissibile.
Torino, 15.7.14.

Il Giudice
f.to Rizzi

Provvedimento depositato in data 15.7.14.

Fallimento: prime indicazioni operative in seguito al d.l. 179/2012

fallimento

Il Movimento Forense Sezione di Milano, in collaborazione con il Movimento Forense Giovani Milano e MF Nazionale, ha ritenuto opportuno redigere un piccolo vademecum riguardante le comunicazioni telematiche e il deposito degli atti nelle procedure concorsuali ex d.l. 179/2012, convertito dalla l. n. 221/2012, alla luce della comunicazione n. 4/2012, del 27.12.2012, del Presidente della Sezione Fallimentare del Tribunale di Milano, Dott. Filippo Lamanna

Ringrazio il Collega Massimiliano Cesali, Presidente del Movimento Forense, per l’autorizzazione alla pubblicazione. Continua a leggere

Dall’11 Settembre nuovo appello “filtrato” in vigore

Lo scorso 11.08.2012 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la L. nr. 134 del 7.08.2012 che ha convertito, con modificazioni, il decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 (misure urgenti per la crescita del Paese).

Interessati alla nuova disciplina tutti i gravami in secondo grado, introdotti sia con ricorso che con citazione di cui sia stata richiesta la notificazione dall’11.09.2012 (30° giorno successivo a quello di entrata in vigore della legge di conversione).

Nel prosieguo i nuovi articoli nella formulazione vigente. Continua a leggere

Dimezzati i tempi per opporsi alle multe

Min. Interno – Circ. 30/09/2011 n. 300/A/7799/11/101/3/3/9

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA STRADALE, FERROVIARIA, DELLE COMUNICAZIONI
E PER I REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO Continua a leggere

La comunicazione del ricorso è giustificato motivo per evitare l’obbligo di fornire i dati del conducente

Con la Circolare 5 settembre 2011, n. 7157 con la quale il Ministero dell’Interno conferma il contenuto della precedente Circolare 29 aprile 2011, n. 3971, si chiarisce che non costituisce omissione di collaborazione da parte del cittadino la mancata indicazione delle generalità del conducente. Infatti giustificato e documentato motivo per omettere l’indicazione dei dati del soggetto alla guida del veicolo al momento della violazione viene considerata la comunicazione all’organo di Polizia di aver già proposto ricorso. Continua a leggere