I neopatentati sono la categoria piu` a rischio di incidenti, visto che il 40 % ne rimane coinvolto. Dal 9 febbraio 2011 entrano in vigore le norme del Codice della strada che prevedono limitazioni sulle patenti.
I neopatentati potranno condurre solo vetture con potenza relativa fino a 55 kW/ton e comunque con potenza massima assoluta di 70 kW.; per i primi tre anni dal conseguimento della patente di categoria B non e` consentito superare la velocita` di 100 km/h su le autostrade e di 90 km/h su le strade extraurbane principali.

Tutte le limitazioni di guida e di velocita` valgono dalla data di superamento dell`esame: chi viola tali limitazioni e` soggetto a una sanzione che prevede una multa di 148 euro piu` la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da due ad otto mesi.
Per i veicoli adibiti al trasporto di persone invalide, purche` queste siano a bordo, la regola non sara` applicata. Il titolare di patente di guida che nei primi tre anni dal conseguimento della patente (e comunque prima di aver raggiunto l`eta` di venti anni) circola oltrepassando i limiti di guida e di velocita` e` soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 152 a 608 euro nonche` alla sanzione amministrativa accessoria della sospensione della validita` della patente da due ad otto mesi.

Fonte: newsletter del Governo n. 3 del 25 gennaio 2011